Tipi di logo aziendale e come scegliere il più adatto

Il logo design è (anche) una forma d’arte ma l’attività di creazione logo non può certo limitarsi al mero aspetto estetico. L’elaborazione grafica di un marchio esprime significati e incarna il concept stesso dell’azienda e deve anche tenere in considerazione gli aspetti della forza comunicativa e dell’appeal mediatico. Esistono diverse tipologie di logo, ognuna di esse in grado di fare leva su determinati aspetti e con i propri punti di forza.

Logo iconico

Il logo iconico ha nella semplicità e nell’immediatezza i punti di forza più rilevanti. Attraverso poche linee, l’icona è in grado di fare riferimento a un oggetto, a una classe di oggetti o a una suggestione in grado di evocare i beni e i prodotti della società, facendo leva su un impatto visivo fulmineo e che si imprime nei ricordi dell’osservatore. I loghi di Nike e di Twitter sono due ottimi esempi della categoria: il primo evoca suggestioni astratte, il secondo è una chiara rappresentazione oggettuale con un significato facilmente comprensibile da parte dei fruitori della piattaforma.

Emblema

L’emblema, o stemma, è la tipologia imperante nel reparto delle società sportive. Pensate allo stemma delle case automobilistiche o agli scudetti delle squadre di calcio: raffigurazioni fortemente evocative capaci di incarnare la storia e le storie gloriose della società che rappresentano. Un limite significativo sta nelle difficoltà d’uso: si tratta, infatti, di elementi che si sviluppano in verticale e, in quanto tali, risultano poco versatili.

Logo letterale

Da Ebay ad Amazon, passando per Acer, Levi’s e Google: esempi di logo letterale ne esistono moltissimi. Si tratta di una soluzione grafica perfetta per creare l’associazione tra marchio e naming in modo diretto, creando una suggestione immediata in cui lettering, colori e rappresentazioni simboliche si fondono in un’unica entità grafica. Il logo letterale è perfetto per rafforzare l’appeal di un brand.

Logo Inicial

Anziché sviluppare il nome per esteso, un logo initial utilizza le iniziali del nome di brand e le trasforma in un’icona. Il logo con le iniziali unisce alcuni punti di forza del logo iconico con quelli del logo letterale per creare qualcosa di diverso: la sigla diventa una griffe chiara, inequivocabile ed espressiva del marchio e di tutto ciò che è in grado di evocare.

Lascia un commento