Le destinazioni preferite dagli Australiani dopo il lockdown

Quando si tratta delle vacanze scolastiche invernali di quest’anno, Bali è fuori e il Queensland è dentro. Gli Australiani stanno rinunciando al noleggio barca a vela a Ponza, meta tipica degli amici d’Oltreoceano.

I dati di ricerca sui diversi importanti siti di prenotazione di viaggi mostrano che le destinazioni internazionali sono quasi completamente scomparse dai piani di viaggio degli australiani questo inverno, sostituiti da vacanze più vicine a casa.

I dati di ricerca di hotel Expedia per il periodo delle vacanze scolastiche di luglio (dal 27 giugno al 20 luglio) mostrano perché il Queensland potrebbe voler riconsiderare di tenere i suoi confini chiusi ai visitatori da uno stato all’altro, con tre delle cinque destinazioni principali nello Stato del Sunshine.

Sydney era la destinazione numero uno di Expedia, seguita da Gold Coast, Sunshine Coast, Melbourne e Cairns.

Nel 2019, le destinazioni internazionali erano molto più popolari con Bali, la destinazione numero uno più cercata per lo stesso periodo. Le Fiji erano al numero cinque, Singapore alle sei, Londra alle sette, Hawaii alle otto e Tokyo alle 10.

Quest’anno, l’unica destinazione internazionale nella top 10 è la destinazione per le vacanze avventurose della Nuova Zelanda Queenstown, che non è stata inclusa nell’elenco dell’anno scorso. Il viaggio in Nuova Zelanda come parte di una “bolla trans-tasman” è stato segnalato dai governi di entrambi i paesi, con il ministro del turismo federale Simon Birmingham che ha dichiarato questa settimana che la Nuova Zelanda è stata attualmente il primo e unico mercato internazionale che l’Australia prenderebbe in considerazione di aprire per.

Booking.com ha mostrato un picco simile di interesse per le destinazioni domestiche, con la percentuale di destinazioni australiane “elencate” sul sito in aumento da meno di un terzo per questo periodo dell’anno scorso (28%) a poco meno della metà quest’anno (48 per cento).

Melbourne e Sydney erano in testa alla lista delle destinazioni nazionali per Booking.com, ma ancora una volta il Queensland era in primo piano con Gold Coast, Brisbane, Cairns e Port Douglas.

Nel frattempo, i dati di ricerca dei voli di Skyscanner hanno mostrato che, mentre alcune destinazioni internazionali erano ancora in cima alla lista, le destinazioni principali delle vacanze erano scomparse dalla top 10 rispetto allo scorso anno.

I voli per Londra, ancora operati da diverse compagnie aeree per rimpatriare i cittadini, erano secondi solo dietro Melbourne nelle prime 10 rotte di volo dall’aeroporto di Sydney. Ancora una volta, la possibilità di una bolla trans-tasman ha suscitato interesse nei viaggi in Nuova Zelanda, con voli per Auckland e Queenstown tra i più cercati, mentre destinazioni di vacanza come Bali, Tokyo e Singapore sono scese dalla top 10 rispetto allo scorso anno.

“Mentre la domanda complessiva di viaggio rimane bassa, stiamo vedendo alcuni promettenti primi segni di intenti nei nostri dati di ricerca per i viaggi nazionali e regionali”, ha affermato Paul Whiteway, direttore senior di Skyscanner per l’Asia-Pacifico. “In futuro, i fornitori di servizi di viaggio dovranno instaurare la fiducia dei consumatori attraverso misure di sicurezza rafforzate quando saranno disponibili nuove rotte o destinazioni”.

Tuttavia, le tariffe alla fine del mese, comprese le vacanze scolastiche, diminuiscono drasticamente man mano che le compagnie aeree anticipano la capacità di tornare quando le restrizioni diminuiscono.

Qantas ha affermato che sarebbe pronto ad aumentare la sua capacità al 40-50% del normale a luglio, a condizione che le restrizioni sui viaggi da uno stato all’altro fossero allentate. La compagnia aerea ha anche controverso che non avrebbe implementato il distanziamento sociale sui voli, optando invece per l’uso di maschere.

Numerosi sondaggi hanno dimostrato che, nonostante l’epidemia di coronavirus, gli australiani non vedono l’ora di ricominciare a viaggiare, ma rimangono scettici su quando i viaggi internazionali potrebbero riprendere (oltre la Nuova Zelanda).

Tuttavia, i dati di Expedia mostrano che le nostre destinazioni internazionali preferite sono tornate sui radar quando si tratta di viaggiare all’inizio del prossimo anno. Mentre la Gold Coast è la destinazione numero uno per i viaggi nel gennaio 2021, è seguita da Bali, Figi e Hawaii come i quattro luoghi di vacanza più popolari.

Lascia un commento