Come aumentare il traffico sul proprio canale YouTube

Se i tuoi video presenti su YouTube non fanno visite, una delle ragioni più probabili è che tu non abbia fatto abbastanza per renderlo raggiungibile per gli utenti. Una strategia di produzione video aziendali strutturata ed efficace non può prescindere da una coerente attività di promozione volta a raggiungere il proprio pubblico di riferimento. Come fare? Scopriamolo!

Occhio alla SEO

Un primo canale di intercettazione del traffico è rappresentato dallo stesso motore di ricerca di YouTube: più un video si posiziona in alto nelle gerarchie di ricerca e maggiori saranno le possibilità di acquisire visite. Ogni video deve essere ottimizzato per una keyword principale, che sia abbastanza performante da generare una buona mole di visite ma anche non troppo competitiva, per non rischiare di essere sottomessi da colossi con budget più sostanziosi. La parola chiave deve essere inserita all’interno del nome del file, nel titolo del video e almeno due o tre volte all’interno della descrizione.

Curare titolo e thumbnail

Il titolo e la thumbnail sono i primi elementi che attirano l’attenzione degli utenti. La loro funzione è quella di stimolare la curiosità dell’utente e di persuaderlo a cliccare sul video; il tutto, però, senza creare nessuna falsa aspettativa e in coerenza con il reale contenuto della clip.

Digital pr

Non limitarti a caricare il video sul tuo canale YouTube, quella è solo la prima fase. Una volta pubblicato il contenuto, è il momento di diffonderlo in rete: sfrutta tutti i social network di cui disponi, posta il link del video su pagine Facebook di settore, blog e forum, cerca il sostegno degli influencer del settore, promuovi il video tramite tutti i canali cui sei in grado di accedere, dalle newsletter al blog.

Interagisci con gli utenti, anche con quelli che ti criticano, e cerca di sfruttare tutte le piattaforme di cui disponi per creare relazioni e consolidare i rapporti con il pubblico, imparando ad accettare eventuali feedback negativi e mantenendo sempre un comportamento rispettoso nei confronti degli spettatori: loro sono liberi di pensare e di dire ciò che vogliono (ahinoi) ma tu questo lusso non ce l’hai.

Lascia un commento